FAQ

HD è un tipo di incisione della lastra digitale che combina alta risoluzione di scrittura del laser con l’applicazione di retini di stampa di ultima generazione per aumentare la gamma tonale riproducibile in flexo.

Flat top significa che il punto di retino della lastra ha la testa piatta, e non curva come nel digitale o l’HD.

FHD FULL HD identifica un processo di costruzione del cliché a testa piatta.

Si ottiene dalla tecnologia Esko UV in Line, che è un tipo di esposizione della lastra digitale post ablazione. Per raggiungere stabilità di stampa dei punti minimi del retino e aumentare la gamma tonale riproducibile nella stampa flessografica, il sistema del FULL HD combina alta risoluzione di scrittura del laser con l’applicazione di retini di stampa di ultima generazione e con l’effetto vuoto ottenuto dall’inibizione dell’ossigeno permessa dalla esposizione a potenti raggi led per aumentare la gamma tonale riproducibile in flexo.

Il costo viene formulato in base alla dimensione dell’impianto stampa e al numero dei colori.

Per formulare un’offerta è sufficiente inviare le informazioni di fascia e passo di stampa.

La verifica dei file è necessaria per sapere se il materiale digitale è conforme alle lavorazioni di prestampa. L’analisi dei requisiti di partenza agevola e velocizza l’esecuzione dell’ordine evitando le perdite di tempo e garantendo il risultato finale.

  • Verifica la risoluzione dei raster
  • Segnala se ci sono colori RGB
  • Rileva i font aperti
  • Verifica i font
  • Verifica il numero degli inchiostri
  • Verifica il numero dei colori che compongono il testo
  • Verifica le dimensioni degli elementi grafici: spessore filetti – dimensione testi

Sono ottimali per le lavorazioni di prestampa i file in vettori, con le font convertite in traccia e allegate, e con immagini in alta risoluzione.

Per le lavorazioni di stampa il formato idoneo è il PDF ad alta risoluzione non protetto da password (per creare questo tipo di file è possibile utilizzare programmi di impaginazione come Illustrator, Indesign).

Si consiglia il formato PDF x3-2002, ma sono accettabili tutte le versioni di pdf.

Sono idonei i file raster delle foto o delle immagini salvati in dimensione reale e a risoluzione 300 dpi nativa.

Per stampati su supporti trasparente o alluminio, costruire un livello nel file e creare le zone dove deve esserci il fondo bianco.

Se non si possiede un monitor calibrato e il profilo colore della macchina da stampa, non è possibile visualizzare realisticamente l’effetto stampato di un file.

Dipende dalla tipologia di imballo, dalle dimensioni e dalla quantità di pezzi da produrre.

Per pochi pezzi è preferibile piana, per contenere i costi. Rotativa se sono molti pezzi ed è prevista la stampa.

Il numero di pose varia a seconda delle dimensioni massime della macchina usata e dalla quantità di pezzi da produrre.

I materiali maggiormente usati sono in prevalenza il cartone ondulato con vari spessori da 1,5 mm a 10 mm, cartoncino teso e il carton-plast.

Per le platine, lame da 23,80 mm, per le fustelle rotative, 23,80, 24,50 , 25,40 mm.
Per i filetti di piega l’altezza varia a seconda del materiale da lavorare.

Possiamo ricevere file dei formati DWG, DXF, EPS, CF2 e PDF.